Piadina romagnola
Storia e ricetta

News e curiosità 20 feb 2020

Quando si parla di Romagna è impossibile non citare la famosissima piadina, la unica vera, sola ed originale piadina romagnola, detta anche piada, regina dello street food italiano.

La storia
Vi sono testimonianze dell’uso di un sostituto del pane di forma circolare, fatto con farina grezza e cerali, già dall’epoca in cui gli Etruschi abitavano il territorio dell’odierna Romagna.
Se ne faceva largo consumo anche in epoca romana e anche durante il Medioevo, quando l’uso di cereali poveri per la realizzazione di un sostituto del pane permetteva di evitare la tassazione che invece subiva il grano.
In epoca più moderna la piadina era quel sostituto del pane che si preparava fra un’infornata settimanale del pane e l’altra.
Nella seconda metà del secolo scorso, infine, la produzione della piadina si estende dalle campagne alle città e perde il suo ruolo di surrogato del pane, divenendone una golosa alternativa.
È negli anni Settanta che la piadina diventa un vero e proprio lavoro: nascono i primi laboratori artigianali e vengono aperti i primi chioschi, fino a giungere ai moderni stabilimenti industriali dedicati alla produzione di piadine per un mercato sempre più su larga scala, nazionale ed internazionale.

Come si fa la piadina: la ricetta
Ingredienti
• 500 g farina 00
• 170 g acqua a temperatura ambiente
• 125 g strutto
• 1,5 cucchiaini bicarbonato
• 15 g sale fino

Dopo aver unito tutti gli ingredienti e formato una bella palla omogenea, l’impasto deve riposare coperto per circa 30 minuti. Dopodiché si prende l’impasto e si divide, lavorandolo, in tante palline quante sono le piadine che andremo a fare e le faremo riposare coperte per altri 30 minuti.
A questo punto le piadine possono essere stese con il mattarello e cotte su una piastra ben calda, due minuti per lato.

Con cosa si farcisce la piadina?
Con qualsiasi ingrediente suggerisca l’immaginazione! Praticamente con tutto! Buon appetito!





Vuoi Informazioni?
Invia adesso la tua richiesta.
info@cellice.it